08 luglio 2007

motivazioni



La Stampa Alessandria 8 luglio 2007 pagina 59

Nuovo progetto. sul monte Giarolo
Le Comunita' montane: "Si'all'eolico, se rende"

Fermato il progetto dell'Enel che prevedeva trenta pale, ora l'eolico sui crinali del monte Giarolo lo vogliono le due Comunita' montane.
«Per ora c'e' solo una proposta concordata fra i due enti di attuare un parco eolico gestito dagli stessi e non piu' dai privati - dice Vincenzo Caprile presidente della comunita' Valli Curone, Grue e Ossona-. La differenza sostanziale rispetto alla proposta Enel sta nel fatto che i ricavi della vendita dell'energia elettrica prodotta a quanto pare da cinquanta aerogeneratori, resteranno nelle casse dei cinque Comuni interessati (Albera, Cantalupo e Cabella in Val Borbera, Montacuto e Fabbrica in Val Curone), mentre tutti gli altri paesi delle due comunita' avranno ricadute di altro genere».

Franco Franzante, assessore della Comunita' Valli Borbera e Spinti e vicesindaco ad Albera, Comune contrario alla proposta di Enel: «I Comuni parteciperanno alla divisione degli utili, ottenendo cifre ben superiori ai 50.000 euro per 8 anni e ai 20.000 per altri 12 offerti da Enel. Il problema e' trovare i finanziamenti europei: abbiamo chiesto l'inserimento della proposta nel piano integrato territoriale al vaglio della Regione. Precedente ipotesi respinta per cause economiche».
Previsti sconti in bolletta per i cittadini dei comuni interessati, incentivi alla ristrutturazione degli edifici con criteri di risparmio energetico e altre risorse per l'occupazione. [G.C.]

1 commento:

fausto ha detto...

se non altro un passo avanti..si è capito che certe cose si può pensare/provare a farle ma gestendocele. L'energia può essere un 'ottima opportunità per la Valle a patto che le ricadute siano sul territorio e la situazione venga monitorata passo a passo da persone qualificate, competenti e con la Valle nel cuore.